Cos’è la Biodanza

///Cos’è la Biodanza
Cos’è la Biodanza 2018-02-19T17:09:45+00:00

Cos’è la Biodanza

Biodanza è un sistema che favorisce lo sviluppo armonioso e integrato delle potenzialità umane (Vitalità, Sessualità, Creatività, Affettività e Trascendenza) attraverso esercizi generati dall’insieme musica-emozione-movimento (Vivencia). All’interno di un gruppo di partecipanti ognuno viene portato alternativamente a lavorare su se stesso e sul rapporto con l’altro attraverso una serie di esercizi individuali, in coppia e in gruppo, secondo una precisa metodologia, elaborata nel corso di oltre quarant’anni di pratica, fondata su di una rigorosa impostazione psicologica e antropologica.

Biodanza

favorisce una percezione nuova e luminosa, di noi stessi e dell’altro...

in una dimensione di libertà espressiva e di vastità emozionale.

Il sistema Biodanza propone la ricerca di una gestualità naturale che scaturisca dal movimento e dall’espressione più sincera di noi stessi. Insegna a muoversi, ad entrare in contatto con se stessi e con gli altri in maniera più sensibile, a provare allegria e piacere di vivere, a sentire la vita piuttosto che pensarla.
 Biodanza è una pratica semplice e gioiosa che ci rende più agili, sciolti e vitali, migliora la qualità delle nostre relazioni, aiuta a diminuire la conflittualità, lo stress e l’ansia risvegliando la nostra capacità di autoguarigione e rafforzando l’autostima e la nostra forza interiore.

Biodanza è quindi un percorso di crescita che attraverso la musica, il movimento, l’espressione delle emozioni permette a ciascuno di scoprire il piacere della propria naturalezza, dei propri talenti e delle proprie migliori qualità umane.

Il termine Biodanza nasce dal prefisso greco ” Bios “, cioè Vita, e dalla parola di origine francese “Danza”, che etimologicamente significa “movimento naturale integrato, pieno di significato”, da non confondere con l’accezione più comune che invece contempla tecniche o posture particolari. Nel suo significato semantico originario, la danza sarebbe, quindi, un movimento che si genera spontaneamente all’interno di ogni essere umano e che rivela nella sua naturalezza una profonda armonia con tutto ciò che è vivo nell’universo.

Dall’incontro di Bios e Vita nasce l’espressione poetica di “Danza della Vita” che vuole significare proprio la capacità di “riapprendere” a muoversi con grazia naturale, esprimersi con facilità e spontaneità, sentire la vita con maggiore intensità, essere più sensibili, più intuitivi, più comunicativi, più sicuri, più predisposti al coraggio, più fiduciosi verso se stessi e verso la vita.

Non stiamo parlando, dunque, di una “scuola di ballo”, non viene insegnato a danzare, non vengono proposti modelli rigidi di movimento, non ci si perfeziona imitando l’insegnante.

risveglia

nel nostro cuore il senso del meraviglioso;


Biodanza

è un incontro d’innocenza e grazia,
di stupore e di meraviglia per la vita.

In Biodanza diventa danza ogni semplice gesto, ogni movimento istintivo: la madre che culla un bambino crea una danza di maternità, due amici che si abbracciano una danza di fraternità, un uomo ed una donna che si avvicinano una danza di sensualità, un uomo che tende le braccia aperte verso il cielo crea una danza di forza e celebrazione. Il sistema Biodanza propone, quindi, la ricerca di una gestualità naturale che scaturisca dal movimento e dall’espressione più sincera di noi stessi.

Biodanza

una poetica dell'incontro umano...

… e una nuova sensibilità di fronte alla vita

La Poetica dell’Incontro Umano Rolando Toro, il suo creatore, ama definire la Biodanza “una poetica dell’incontro umano”. In Biodanza, attraverso il movimento emozionato favorito dalla musica, gli esseri umani s’incontrano e si riscoprono.

Proprio l’incontro è la sostanza profonda della Biodanza: incontro con se stesso, incontro con gli altri, incontro con tutto ciò che è vivo e pulsante nell’universo di cui siamo parte, incontro con la vita. Ogni essere umano sente un profondo bisogno di re-incontrarsi, di specchiarsi in altre identità, per maturare realmente l’autentica coscienza dell’essere e riconciliarsi, a vari livelli, con il tempo, il corpo, i gesti, i sogni, con le nostre e le altre intimità.

Nell’attimo solenne del contatto, della vicinanza e della riscoperta affettiva del legame con l’altro, si apre un canale in cui le reciproche identità si fondono entrando in una dimensione di dolcezza e di gioia di vivere in cui si sperimentano e si ri-apprendono nuove possibilità esistenziali:

  • L’accettazione;
  • Il rispetto;
  • Il sostegno;
  • Il dialogo;
  • L’entusiasmo;
  • La fiducia;
  • L’autenticità;
  • Lo scambio affettivo con l’altro.

flavio.boffetti@spaziobiodanza.itCell. 347.7655315